closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La filo-Pechino Carrie Lam nuova boss. Stretta su opposizione

Hong Kong. Nove attivisti hanno ricevuto notifiche di denunce da parte della polizia

Carrie Lam

Carrie Lam

Con 777 voti, sui poco più di mille che costituiscono il team dedito a eleggere il chief executive dell’ex colonia britannica, Carrie Lam è stata nominata al vertice di Hong Kong. Si tratta della prima volta per una donna. Lam entrerà in carica dal primo luglio, quando prenderà il posto dell’attuale chief, Leung Chun-ying. CARRIE LAM è considerata «pro Pechino»: non a caso la Cina ha salutato con favore la sua vittoria. Meno entusiasti, anzi decisamente delusi e ora pure a rischio arresto, i protagonista di quelle proteste che nel 2014 fecero gridare alla «rivoluzione degli ombrelli». I protagonisti di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.