closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La filo-Pechino Carrie Lam nuova boss. Stretta su opposizione

Hong Kong. Nove attivisti hanno ricevuto notifiche di denunce da parte della polizia

Carrie Lam

Carrie Lam

Con 777 voti, sui poco più di mille che costituiscono il team dedito a eleggere il chief executive dell’ex colonia britannica, Carrie Lam è stata nominata al vertice di Hong Kong. Si tratta della prima volta per una donna. Lam entrerà in carica dal primo luglio, quando prenderà il posto dell’attuale chief, Leung Chun-ying. CARRIE LAM è considerata «pro Pechino»: non a caso la Cina ha salutato con favore la sua vittoria. Meno entusiasti, anzi decisamente delusi e ora pure a rischio arresto, i protagonista di quelle proteste che nel 2014 fecero gridare alla «rivoluzione degli ombrelli». I protagonisti di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi