closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

«La favola delle api» nella versione di Giuseppe Di Leva

Il libro. Da Prinp, editore torinese, una riscrittura del racconto di Bernard De Mandeville

C’era una volta un grande alveare. Le api erano molto feconde e vivevano negli agi e nel lusso, anche grazie alla corruzione diffusa. Mentre milioni di loro passavano il tempo a lavorare, innumerevoli altre si lanciavano, con poca fatica, in qualche affare di grande guadagno. La società era piena di ciarlatani, borsaioli, chiromanti, ruffiani e giocatori di azzardo che vivevano sulle spalle dei loro simili. Un giorno, in seguito alle lamentele generali, Giove decise di liberare il grande alveare da tutti i suoi imbrogli: gli inganni svaniscono, l’onestà colma i cuori, cala la maschera dell’ipocrisia. I debiti vengono ripagati, la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.