closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La favola crudele di una madre per salvare la figlia dall’orrore

Scaffale. "La voce di Ajla" di Maria Silvia Bazzoli, per Forum Editrice, racconta i massacri e gli stupri che accompagnarono la guerra in Bosnia negli anni Novanta. Il libro sarà presentato domani, nella giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, dalle 18, sulla piattaforma Teams

“Bosnian Girl 2”, una performance di Smirna Kulenović allestita davanti al  Museo di Storia della Bosnia Herzegovina nel febbraio del 2018

“Bosnian Girl 2”, una performance di Smirna Kulenović allestita davanti al Museo di Storia della Bosnia Herzegovina nel febbraio del 2018

Sembra una fiaba la storia che ci racconta Maria Silvia Bazzoli nel suo La voce di Ajla per Forum Editrice (pp. 192, euro 16,50: il libro sarà presentato domani, nella giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, dalle 18, sulla piattaforma Teams). Almeno fino a un certo punto. Ci assomiglia per lo stile di scrittura, piano, didascalico, che procede con grande precisione nei vari passaggi narrativi. Anche per i personaggi che incontriamo nei ricordi che la protagonista Alina ha della sua infanzia: danzatori, suonatori, matrigne che richiamano alla mente Crudelia Demon e un padre putativo proprietario di un luogo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.