closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La famiglia Regeni alla Ue: «Fatti concreti»

Egitto. Intervento della famiglia del ricercatore all'Europarlamento: «Le singole nazioni procedono in base a interessi particolari malgrado la situazione molto preoccupante per i diritti umani». Intanto dal Cairo il primo ministro Mandbuly nega responsabilità sul caso di Patrick Zaki

Presidio per Giulio Regeni

Presidio per Giulio Regeni

Alla vigilia dell’intervento della famiglia di Giulio Regeni alla sottocommissione diritti umani dell’Europarlamento, il premier egiziano Mandbuly era tornato sul caso di Patrick Zaki, in carcere al Cairo dal 7 febbraio 2020: «Decidono i giudici, non il governo». Senza specificare che detenzione cautelare prima e processo poi si tengono in un tribunale speciale anti-terrorismo. Proprio sul rispetto (mancato) dei diritti umani in Egitto si è concentrato ieri l’intervento di Paola Deffendi e Claudio Regeni: «Le singole nazioni procedono in base a interessi particolari» malgrado «la situazione molto preoccupante per i diritti umani». E poi l’appello alle istituzioni Ue, da quell’Europarlamento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.