closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La fame nel mondo torna al livello di dieci anni fa

Rapporto delle Nazioni Unite. 821 milioni di persone soffrono la fame, in crescita negli ultimi quattro anni. Cresce anche l’obesità tra gli adulti. Cambio climatico e guerre, fattori chiave

La fame, questo antico mostro, negli ultimi quattro anni sta riconquistando terreno nel mondo. A dirlo è il rapporto pubblicato ieri dalle cinque agenzie dell’Onu (Fao, Ifad, Unicef, Wfp e Oms) che punta il dito soprattutto sul rapporto tra insicurezza alimentare e l’accentuarsi di fenomeni climatici estremi come piogge torrenziali, uragani e siccità che riducono la disponibilità di cibo e causano impennate dei prezzi agricoli. Gli «affamati» - cioè coloro che non hanno abbastanza cibo per nutrirsi mettendo così a rischio la propria salute - sono 821 milioni nel 2017 e l’anno prima erano invece 804 milioni. Segno che, rispetto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.