closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La fabbrica ribelle nella «grande storia»

Tempi presenti. Esce in Germania il libro più completo sulle lotte operaie a Mirafiori tra ’62 e ’73. Sullo sfondo dell'intreccio tra sviluppo economico, mutamenti tecnologici, rappresentanza sindacale e comportamenti di classe, lo storico Dietmar Lange si concentra in particolare sul confronto operai-direzione: su come l’egualitarismo dell’autunno caldo si traduce nei reparti contestando l’ingegneria taylorista. La vicenda è collocata nel quadro delle «onde lunghe» dei cicli di rivolta che partono dalla Comune di Parigi e, attraverso i moti rivoluzionari del 1917-23, giungono agli anni Sessanta

Foto di

Foto di

È uscito in Germania presso il grande e prestigioso gruppo editoriale Vandenhoeck&Ruprecht il libro di Dietmar Lange, Aufstand in der Fabrik. Arbeitsverhältnisse und Arbeitskämpfe bei Fiat-Mirafiori 1962 bis 1973 (Rivolta in fabbrica. Condizione operaia e lotte operaie alla Fiat Mirafiori 1962-1973), pp. 421, euro 63. Messo a paragone con le numerose rievocazioni di quella stagione che la ricorrenza dell’autunno caldo ha stimolato prima e dopo la pandemia, il lavoro di Lange mostra un respiro storico che nulla ha a che vedere con l’«aria di famiglia» che traspira dalla produzione pubblicistica italiana. Lange colloca la vicenda Fiat in un quadro che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi