closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La disciplina di Draghi all’Italia: «Rispetti le regole, faccia le riforme»

I conti di Conte. Il presidente della Bce nell’ultima audizione all’Europarlamento: «Sono necessarie riforme più ampie della sola attenzione al bilancio: ad esempio quella del mercato lavoro, ma anche aumentare la concorrenza. Spenda chi ha spazio di bilancio (la Germania), prudenza da chi ha il debito (l'Italia)»

Il presidente della Bce Mario Draghi al parlamento europeo

Il presidente della Bce Mario Draghi al parlamento europeo

Nell’ultima audizione all’Europarlamento di Bruxelles da presidente della Bce Mario Draghi ha spento i residuali entusiasmi di prammatica che hanno accompagnato la formazione del governo «Conte Due» a proposito della flessibilità del bilancio. Pur non nominandoli direttamente, ma alludendo all’Italia e alla Germania, Draghi ha detto che la prima deve «perseguire politiche prudenti e rispettare gli obiettivi di bilancio in termini strutturali». La seconda deve agire in modo effettivo e rapidamente, visto che sta fronteggiando un rallento dell’economia e ha uno spazio di bilancio. «L’efficacia potenziale della politica di bilancio anti-ciclica è rafforzata nell’attuale contesto, dato che i moltiplicatori fiscali...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.