closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La diplomazia deve prendere il posto delle paure

Iran/Israele. Se gli iraniani temono un attacco, non è solo per le invettive di Netanyahu e di Trump, ma anche perché il loro paese è stato attaccato più volte, anche durante la Seconda guerra mondiale quando era neutrale: le truppe britanniche avevano invaso l’Iran da sud e i soldati sovietici da nord, la popolazione subì l’occupazione straniera che Simin Daneshvar, la decana della letteratura persiana al femminile, aveva ben raccontato nel suo capolavoro Suvashun

Zarif e l'ex Lady Pesc dell'Ue Ashton a Vienna nel 2014

Zarif e l'ex Lady Pesc dell'Ue Ashton a Vienna nel 2014

Il premier israeliano Netanyahu sta facendo di tutto per diffondere la paura della bomba iraniana e sabotare la diplomazia. Pensa di mandare a monte l’accordo sul nucleare con l’Iran, ma finirà per darsi la zappa sui piedi perché solo il rispetto dell’accordo garantisce alla comunità internazionale (e allo Stato ebraico) che la politica di deterrenza di ayatollah e pasdaran dovrà fare a meno dell’atomica. Se l’accordo andrà a rotoli, gli iraniani riprenderanno il programma nucleare iniziato negli anni ’50 da Muhammad Reza Shah su iniziativa americana, aumenteranno il numero di centrifughe, e usciranno dal Trattato di Non Proliferazione siglato ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.