closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

La desolazione mortale sotto il cono del Vesuvio

Ambiente. Incendi dolosi, sversamenti di liquami, rifiuti tossici ovunque, discariche a cielo aperto, dissesto idrogeologico e giovani e bambini uccisi da tumori

Due anni fa, tra luglio e agosto 2017, il Parco Nazionale del Vesuvio fu devastato da un incendio di proporzioni terribili: il fuoco, di origine dolosa, percorse 3.194 ettari di pineta, interessando l’80% della superficie boscata complessiva. Don Marco Ricci, «Premio ambientalista dell’anno 2017», parroco del quartiere di San Vito, Ercolano, ricorda quei giorni : «Dopo le nostre denunce, dopo la marcia che organizzammo a Ercolano per protestare contro le discariche abusive, i piromani assediarono il Vesuvio, appiccando tantissimi incendi contemporanei fra Ottaviano, Ercolano, Torre del Greco. Per oltre 15 giorni andarono avanti i roghi. Bruciarono non solo alberi, ma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.