closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La delegazione di Damasco oggi non sarà ai negoziati Onu

Siria. La decisione è stata presa in risposta all'opposizione che è tornata a chiedere l'uscita di scena di Bashar Assad prima di qualsiasi transizione politica in Siria. Intanto l'erede al trono saudita Mohammed bin Salman annuncia la nascita della "Coalizione antiterrorismo" con 41 Paesi islamici

Ginevra. Una passata riunione sulla Siria

Ginevra. Una passata riunione sulla Siria

Dopo aver minato la stabilità del Libano imponendo le dimissioni (poi sospese) al premier Saad Hariri, i sauditi sono ora riusciti ad impantanare le già modeste possibilità di successo delle trattative, tra il governo siriano e i rappresentanti delle opposizioni, che si aprono oggi a Ginevra sotto l'egida dell'Onu. Come aveva anticipato il quotidiano di Damasco al Watan, la delegazione governativa ha rinviato la partenza a causa della dichiarazione diffusa la scorsa settimana al termine della riunione a Riyadh dagli oppositori telecomandati dai Saud. Nel documento è stata inclusa di nuovo la richiesta che il presidente Bashar Assad si faccia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi