closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La decisione di Trump è una pietra tombale anche per l’Afghanistan

Addio processo di pace. Sfilandosi dall'accordo sul nucleare iraniano gli Usa mettono il governo afghano in una situazione molto difficile. E la guerra più lunga mai combattuta dagli Stati uniti continua, a due passi dal confine iraniano. Per i Talebani Teheran era già una sponda importante, ora lo sarà anche di più

Guardando Kabul dall'alto. Una delle ultime foto scattate da Shah marai, che ha trovato recentemente la morte in un sanguinoso attentato dello Stato islamico

Guardando Kabul dall'alto. Una delle ultime foto scattate da Shah marai, che ha trovato recentemente la morte in un sanguinoso attentato dello Stato islamico

Con la violazione dell’accordo sul nucleare iraniano, Trump mette una pietra tombale sul processo di pace in Afghanistan. La guerra afghana è derubricata come secondaria, ma rimane la più lunga mai combattuta dagli Stati uniti, che qui mantengono soldati, mezzi, basi militari. A due passi dal confine iraniano. Insieme alla Siria, è qui che più concretamente si vedranno gli effetti della decisione di Trump. A KABUL È ALLARME ROSSO. Già ieri l’Alto consiglio di pace, l’organo che ha il compito di favorire il negoziato con i Talebani, ha espresso forti preoccupazioni, augurandosi che l’uscita degli Usa dall’accordo nucleare non renda...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi