closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La dance utopia di Giorgio Moroder

Musica. «Deja vu» segna il ritorno discografico a trent’anni dall’ultimo album dell'artista alto-atesino, produttore, autore di colonne sonore di successo e padrino della disco

Per il deus ex machina della disco music – e non solo – Giorgio Moroder sono i vichiani corsi e ricorsi storici a parlare. Fino a due anni fa era a godersi la (doratissima...) pensione tra Ortisei e Los Angeles: «avevo progettato una macchina a 16 cilindri, la Cizeta Moroder, giocavo a golf e qua e là mi dedicavo a comporre. Un pezzo per le olimpiadi di Pechino e anche un nuovo inno italiano quando si era sparsa la voce che volessero cambiarlo... L’ho pure spedito a Berlusconi, gli è piaciuto ma ovviamente non se ne è fatto niente...», poi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.