closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

La cultura per Renzi: più yacht, meno ricercatori

Università. Nella legge di stabilità c'è il taglio alle tasse sulle barche di lusso, non il sussidio di disoccupazione Dis-Coll ai ricercatori precari dell’università. Stanziate risorse per i 500 euro ai 18enni. Mai riconoscere i diritti a chi lavora: questa è la legge. La protesta a Montecitorio domani. Il coordinamento No Triv: «Ecco come il governo sta sabotando i referendum contro le trivelle»

Alla lavagna. Il presidente del Consiglio Renzi illustra la buona scuola

Alla lavagna. Il presidente del Consiglio Renzi illustra la buona scuola

Sono due le misure che, ad oggi, descrivono la legge di stabilità che il governo Renzi si appresta a far votare al parlamento. Niente disoccupazione ai precari della ricerca, ma intanto si elimina la supertassa sugli yacht (sopra i 14 metri) introdotta dal governo Monti. Nel patchwork impazzito delle micro-misure contenute nella manovra che sarà discussa da oggi alla Camera tutto è improvvisato, ma nulla è casuale. Se il favore ai costruttori di barche di lusso è chiaro, più complessa è la valutazione della bocciatura della possibilità di estendere la «Dis-Coll» agli assegnisti di ricerca senza nemmeno esaminare l'ipotesi di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.