closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La cultura di massa in quel saggio di Eco dimenticato

L'articolo. Pubblicato su Rinascita nel 1963, è un sasso nello stagno delle certezze marxiste. Sottolineava l’esigenza, per porre nuove analisi sulla situazione culturale, di considerare come il cambiamento tecnologico mutasse anche la filosofia con cui interpretare la realtà

Umberto Eco

Umberto Eco

A due anni dalla morte di Umberto Eco, il 19 febbraio del 2016, ci piace ricordarlo riportando alla memoria uno dei suoi interventi più ‘politici’: un articolo su Rinascita pubblicato, il 5 e il 12 ottobre del 1963. Un saggio sostanzialmente dimenticato. Rubricato, quel saggio così importante, come un intervento di critica letteraria. Lui stesso annetteva ad esso una certa importanza se è vero che lo ricordava più volte, l’ultima delle quali proprio nell’intervista a Valentino Parlato per i 40 anni di questo giornale. L’articolo, un sasso nello stagno delle certezze marxiste, sottolineava l’esigenza, per porre nuove analisi sulla situazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.