closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La crociata anti-islamica di Trump è l’anima infetta del partito repubblicano

Stati uniti. "Chiudere i confini a tutte le persone di fede musulmana finché non si capisca cosa diavolo sta succedendo". L'ennesima sparata di Donald Trump imbarazza l'establishment repubblicano, che non riesce più a contenere un "mostro" razzista e fascistoide coltivato pazientemente da anni

Donald J. Trump a Derry, New Hampshire, il 19 agosto scorso

Donald J. Trump a Derry, New Hampshire, il 19 agosto scorso

Con la sua sparata sulla chiusura ad oltranza dei confini americani a tutti i musulmani, Donald Trump deve essersi voluto ravvedere delle critiche al discorso di Obama parse forse in retrospettiva eccessivamente tiepide. Forse alcuni sondaggi che davano in rimonta Ted Cruz in Iowa sono entrati nel calcolo. Forse non è voluto sembrare da meno di quegli ex-socialisti al di la dell’Atlantico che in Francia hanno organizzato un tea party alla francese. Così Trump ha alzato il tiro. Altro che melting pot e tolleranza buonista obamiana: Stop preventivo a tutti i musulmani in arrivo, immigrant e turisti di Disneyland, “fino a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi