closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Arrivano i parà russi. La crisi è sempre meno dei migranti

Murati. Inviati da Putin alla frontiera con la Polonia per nuove esercitazioni con le truppe di Minsk

Almeno per ora la minaccia si è rivelata un’arma spuntata. A smentire Alexandr Lukashenko, che aveva promesso di chiudere i rubinetti del gasdotto russo Yamal-Europe e di lasciare l’Europa al freddo se l’Unione europea adotterà nuove sanzioni contro Minsk, ci ha pensato direttamente il Cremlino: la Russia «è e continuerà a essere un Paese che adempie a tutti i suoi obblighi di fornire gas ai consumatori europei», ha detto un portavoce del presidente smentendo anche che le dichiarazioni di Minsk fossero state concordate. La presa di distanze dell’alleato russo da Lukashenko non significa però che Putin stia prendendo le distanze...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.