closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

La crisi dell’auto divora anche la Fiat di Pomigliano

Campania. Landini mantiene la promessa e va a trovare l’operaio Frosolone, in sciopero della sete e della fame dal 22 agosto scorso. Ma l'impianto della Panda (l'unico senza cig) lavora meno. E anche la trattativa sull'Irisbus si complica

Aveva promesso al segretario generale della Fiom di bere un bicchiere d’acqua con lui e ieri mattina Antonio Frosolone ha mantenuto la parola. Maurizio Landini si è presentato a casa sua, a Lago Patria: «Abbiamo fatto un brindisi - ha raccontato -, vedere che anche Landini si interessa alla mia situazione è la dimostrazione che i miei compagni sono molto interessati a me. Un bel gesto di solidarietà». Dal 22 agosto l’operaio Fiat del reparto logistico di Nola aveva cominciato lo sciopero della fame, della sete e delle medicine, sospendendo i farmaci per il cuore e il diabete. Sei anni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.