closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Corte costituzionale tedesca stoppa Next Generation

Germania. Accolto il ricorso della destra, un altro colpo a Merkel e alla Ue, fondi a rischio

Il piano di rilancio Next Generation Eu, difficilmente varato nel luglio scorso tra i 27 per le reticenze del fronte dei «frugali», è bloccato. Lo ha deciso ieri una sentenza della Corte costituzionale tedesca. La Ue, che si sta inabissando nella crisi della penuria di vaccini, deve ora far fronte a un nuovo, duro, colpo: il piano di 750 miliardi di rilancio (312,5 di sovvenzioni) e 1820 miliardi complessivi con il bilancio 2021-27 è sospeso alla decisione della Corte di Karlruhe, a cui ha fatto ricorso un gruppo di cittadini (2200 persone), capeggiate da un personaggio, Bernd Lucke, legato all’estrema...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi