closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La corsa tedesca, apre a Sputnik V e alla Cina

Germania. Il governo aggiorna il cronoprogramma. Per Merkel l’obiettivo è mantenere la promessa: «Ogni cittadino entro la fine della prossima estate avrà ricevuto almeno una dose di vaccino», in vista anche delle elezioni

Il centro vaccini di Hannover

Il centro vaccini di Hannover

Entro Natale la Germania avrà a disposizione 323,5 milioni di dosi di vaccino anti-Covid di ogni tipo: dal farmaco nazionale prodotto da BioNTech-Pfizer agli equivalenti di Moderna e Astra-Zeneca fino allo Sputnik IV russo e alle fiale cinesi «se sarà necessario e qualora il loro utilizzo venisse approvato dall’Ema». Mentre il colosso Bayer fa sapere di essere pronto a fabbricare su licenza il medicinale della CureVac di Tubinga a partire dai primi mesi del 2022. Sono i numeri più attesi a Berlino a margine del maxi-vertice di ieri pomeriggio fra la cancelliera Angela Merkel, i ministri di Salute, Economia, Esteri,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi