closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La commissione Ue vuole imbrigliare i Leviatani della rete

Capitalismo digitale. Bruxelles propone due leggi per regolare i servizi e i mercati digitali. Per Apple o Google e le piattaforme che raggiungono almeno 45 milioni di utenti nell’Unione Europea possibili multe fino al 10% del fatturato. Ma il percorso è lungo e accidentato

La vicepresidente della Commissione Europea Margrete Vestager

La vicepresidente della Commissione Europea Margrete Vestager

Le piattaforme digitali Google, Amazon, Facebook, Microsoft e tutte quelle che raggiungono più del 10% della popolazione dell’Unione europea (45 milioni di utenti) potrebbero pagare multe pari al 10 per cento del loro fatturato globale se non rispetteranno le regole stabilite dalle proposte di legge chiamate «Digital Markets Act» e «Digital Services Act»presentate ieri a Bruxelles dalla vicepresidente della Commissione Europea Margrethe Vestager e dal commissario per il Mercato interno Thierry Breton. »Le due proposte hanno un unico scopo: assicurarsi che noi, in quanto utenti, abbiamo accesso a un'ampia scelta di prodotti e servizi sicuri. Ciò che è illegale offline...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi