closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La Commissione anticipa il suo sì alla manovrina

Unione europea. I dettagli arriveranno martedì prossimo. Ma la vera partita è il Def. Dubbi sulle accise, continua il braccio di ferro sulle privatizzazioni. Che però per il ministro Padoan peseranno un po' meno del previsto

Il commissario europeo Moscovici e il ministro italiano Padoan

Il commissario europeo Moscovici e il ministro italiano Padoan

La manovra correttiva ufficialmente ancora non c’è, arriverà solo martedì prossimo, ma Padoan, a La Valletta per il vertice Ecofin, la ha già illustrata al ruvido vicepresidente della Commissione europea Dombrovskis e al più amichevole commissario all’Economia Moscovici. A comunicare la promozione è Dombrovskis: «Le misure illustrate sono in linea con quanto raccomandato. C’è ancora da fare, ma la determinazione del governo italiano nell’attenersi alla traiettoria di bilancio concordata è molto chiara». Il vicepresidente della Commissione ovviamente non entra nel dettaglio delle misure in questione: lo farà Padoan la settimana prossima. Si limita ad annunciare che la Commissione ha deciso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi