closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Colombia che «Avanza»

Intervista. Dopo l’addio alle armi 14 mila ex Farc sono tornati alla vita civile anche grazie a progetti come quello della cooperativa di moda Tessendo Pace. raccontato da Gonzalo Beltran. Ma sicari e paramilitari restano in agguato

Il marchio «Avanza» nella sartoria della Cooperativa Tessendo Pace a Bogotà

Il marchio «Avanza» nella sartoria della Cooperativa Tessendo Pace a Bogotà

Piantagioni di caffè, produzione di birra artigianale e confezioni ecologiche, itticoltura e persino un nuovo brand di moda sono alcuni dei progetti produttivi messi in piedi dagli ex guerriglieri delle Farc che hanno sottoscritto gli accordi di pace del 2016 col governo colombiano. Secondo l'Agenzia nazionale] per la Reintegrazione, sono 13.987 gli ex combattenti che hanno ricevuto formazione e sostegno per dare vita a 39 micro imprese che favoriscano il loro reinserimento nella vita civile. Eppure, visto dal punto di vista dei protagonisti, il panorama non è così roseo. Ai ritardi nelle consegne di materiali e sussidi si associano il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi