closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La “clausola Molière” per la preferenza nazionale

Unione europea. L'Austria vuole imporre la priorità delle assunzioni per i nazionali, in Francia c'è una deriva simile, con la scusa della "sicurezza": gli operai devono parlare francese. La polemica sulla direttiva dei lavoratori distaccati

E adesso c’è la “clausola Molière” per far passare la “preferenza nazionale” nelle assunzioni. La Francia non è sola in questa deriva, l’Austria sta per approvare una riforma di legalizzazione della priorità delle assunzioni in base alla nazionalità del paese. La “clausola Molière” riguarda la lingua: i lavoratori devono parlare francese. Ufficialmente, la scusa è la “sicurezza”. Sono interessati soprattutto i casi di operai edili o nei trasporti, dove ci sono stati abusi da parte delle imprese sulla direttiva dei “lavoratori distaccati” del ‘96, che la Francia cerca da tempo di far modificare a Bruxelles. Le imprese francesi, soprattutto nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.