closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

La Cineteca di Tunisi

Cinema tunisino. Intervista a Mohamed Challouf critico, cineasta e appassionato promotore culturale

Da

Da "Goah" di Jacques Baratier con Claudia Cardinale (1959)

Il film Tahar Cheriaa a l’Ombre du Baobab di Mohamed Challouf rappresenta già nelle immagini e testimonianze il nucleo del grande progetto che si sta attuando, la Cinemathèque de Tunis. Mohamed Challouf, critico tunisino, organizzatore culturale oltre che cineasta, ha raccolto idealmente il testimone dal pioniere Tahar Cheriaa fondatore di cineclub, della federazione dei cineclub, delle giornate di Cartagine, primo festival panafricano e arabo e fondatore con Sembène Ousmane nel 1970 della Fédération panafricaine des cinéastes. Il film raccoglie presenze fondamentali del cinema africano e arabo che si sono sviluppate grazie al lavoro culturale di Cheriaa: incontri, i primi concorsi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.