closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La ciambella dello «storico» summit servita a Est con il buco dell’Ucraina

Vilnius. Va in scena oggi il vertice «inutile» tra Unione europea e Paesi ex sovietici

Si apre a Vilnius il summit della Eastern Partnership. È l’iniziativa, lanciata nel 2009 su impulso svedese-polacco, per un dialogo più strutturato tra il blocco comunitario e un sestetto di ex repubbliche sovietiche: Ucraina, Georgia, Moldova, Azerbaigian, Armenia e Bielorussia. In altri termini, la Eastern Partnership è lo strumento con cui l’Ue, squadernando gli incentivi economici e doganali previsti dagli Accordi di stabilizzazione e associazione, come dal Deep and Comprehensive Free Trade Area (Dcfta), cerca di rilanciare la sua azione a Est. Ma più che di creare l’anticamera per un futuro allargamento si tratta di rosicchiare qualche punto, di influenza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.