closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

La Cgil lancia la prima class action del lavoro contro il contratto pirata dei rider

Depositata al tribunale di Milano per cancellare l'accordo Assodelivery-Ugl. Si punta ad applicare a tutti i rider il testo della logistica togliendo il cottimo e con un aumento del 20% medio al mese

Una protesta della Cgil dei rider Deliveroo

Una protesta della Cgil dei rider Deliveroo

È «la madre di tutte le battaglie» contro il contratto pirata Assodelivery (leggasi Deliveroo) - Ugl sui rider che legalizzò il cottimo. Così l’avvocato Carlo De Marchis sintetizza il significato della class action depositata dalla Cgil al tribunale di Milano, sede legale di Assodelivery. Si tratta del primo caso di una azione legale di questo tipo in Italia e in Europa, resa possibilecon l’allargamento della normativa in materia dal 19 maggio di «azione di classe», prima possibile solo ai consumatori. I richiedenti sono un lavoratore di Palermo - portatore di un interesse comune leso - e le categorie della Cgil...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.