closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La cattedrale «illuminista» di Rossini tra acrobati e malinconie

A teatro. Riccardo Chailly dirige un efficace allestimento de «La gazza ladra», regia di Gabriele Salvatores. Repliche fino al 7 maggio

La gazza ladra

La gazza ladra

A 200 anni dalla sua prima assoluta e a 176 anni dalla sua ultima rappresentazione al Teatro alla Scala di Milano torna La gazza ladra di Gioachino Rossini, «melodramma» tragicomico in due atti, di cui Stendhal registrò in diretta il successo senza pari. Il soggetto, d’origine francese, presuppone il pensiero illuminista, libertario e antitotalitario che si respirava nella Milano dei Verri e di Beccaria: ricordo che solo due anni prima Rossini compose l’«Inno dell’indipendenza» festeggiando il proclama di Rimini con cui Murat invitava gli italiani a insorgere contro gli Austriaci.Il direttore Riccardo Chailly spiega così la decisione di mandare in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.