closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La «canzone» del Festival tra politica, nostalgia e resistenza

Cannes 71. Droni, bianco e nero vintage, musica. Un primo bilancio sulla croisette

Nel sole estivo dell’ultimo giorno si aggirano smoking e vacanzieri, gli schermi nel Palais compongono la galleria Instagram del festival che è appena finito. Per valutare questa edizione 71 a distanza ravvicinata, ancora nella «bolla» della Croisette si fa fatica, rimangono una manciata di bei film, Kore-eda, Panahi, Honoré, Spike Lee, Hamaguchi, Serebrennikov... che già per un concorso in qualsiasi festival è un buon risultato. E poi, naturalmente, JL Godard, il suo Livre d’image scompone (le mani!) l’immaginario per reinventarne l’irriverenza e la resistenza. Per gioco proviamo rintracciare qualche refrain nella canzone festivaliera. VINTAGE Non solo «film in costume» ricreano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.