closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

La campagna di «Priorità alla scuola» contro la Dad: «A Natale regala la scuola»

Movimento. Affissioni a Milano, anche sotto casa del sindaco Beppe Sala, il potenziamento immediato di spazi, trasporti pubblici e monitoraggio sanitario per riaprire tutte le scuole in sicurezza. Oggi presidio al ministero dei trasporti a Roma. A Torino continua la battaglia di Eva, studentessa 13enne, che segue le lezioni online fuori dalla scuola ed è considerata "assente" dai professori

Affissioni a Milano:

Affissioni a Milano: "A Natale regala la scuola"

Il movimento dei genitori, docenti e studenti «Priorità alla scuola» che chiede il potenziamento immediato di spazi, trasporti pubblici e monitoraggio sanitario per riaprire tutte le scuole in sicurezza ha attacchinato ieri in tutta Milano volantini con la scritta «A Natale regalate la scuola». Stamattina a Porta Pia a Roma manifesta davanti al ministero dei trasporti. «Da mesi - sostiene il movimento - il diritto alla salute, all’istruzione e al reddito sono subordinati al mantenimento dei grossi profitti e del modello di consumo vigente, dentro una narrazione che considera la pandemia come una parentesi in un percorso immutabile». Nella campagna...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.