closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Camera mette ai voti i commenti di Trump: «Razzismo»

Stati uniti. Bagarre in aula, ma alla fine passa la risoluzione democratica. Repubblicani furiosi: violate le regole. E il presidente dalla Casa bianca insiste nelle offese alle deputate dem

La presidentessa della Camera Usa, Nancy Pelosi

La presidentessa della Camera Usa, Nancy Pelosi

Durante una sessione particolarmente tesa, che ha visto il lancio del martelletto, l’abbandono dell’aula del rappresentante democratico che guidava il dibattimento e parole durissime della presidente Nancy Pelosi, la Camera ha votato per condannare gli attacchi razzisti di Trump verso quattro deputate dem di origini non caucasiche, definiti «commenti razzisti che hanno legittimato un aumento di paura e odio per i nuovi americani e per i popoli di colore». La misura è simbolica ma è anche il primo rimprovero a un presidente in oltre un secolo. La mozione passata con 240-187 e solo 4 repubblicani che hanno votato con i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.