closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La California ha un piano: porte aperte per salvare il diritto all’aborto

Stati Uniti. In vista dell'attesa decisione della Corte suprema sulla storica sentenza Roe vs. Wade, lo Stato si organizza per diventare un santuario dell'interruzione volontaria di gravidanza. Mettendo a disposizione anche denaro per coprire le spese delle donne provenienti da altri Stati

Manifestazione a difesa del diritto all'aborto negli Stati Uniti

Manifestazione a difesa del diritto all'aborto negli Stati Uniti

Mentre più di due dozzine di Stati sono pronti a vietare l’aborto nel caso in cui la Corte suprema statunitense il prossimo giugno dovesse darne il via libera, la California ha annunciato l’intenzione di diventare uno Stato santuario per ciò che riguarda le interruzioni di gravidanza, impegnandosi a praticare aborti e coprire i costi di viaggio e alloggio per le donne che provengono da altri Stati del paese. Quello della California è più che un buon proposito, è un vero e proprio piano; Il California Future of Abortion Council, composto da oltre 40 cliniche in cui si praticano aborti e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.