closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La buona novella, De Andrè «rinasce» in dialetto siciliano

Note sparse. Il riadattamento del fondamentale album di Faber, un progetto del poeta e cantautore Francesco Giunta. La storia dei vangeli apocrifi reinventata con il linguista Giovanni Ruffino e con la cura di Edoardo De Angelis

Fabrizio De Andrè, 1990

Fabrizio De Andrè, 1990

Impegnato da anni nel recupero del patrimonio linguistico e musicale siciliano, il poeta cantautore e cantastorie Francesco Giunta ha presentato all’Officina Pasolini a Roma, il suo nuovo ambizioso progetto, un riadattamento di La buona novella di Fabrizio De André in siciliano, sfociato in un prezioso e curato album su vinile con la riproduzione della grafica e dei caratteri originari del disco, annunciato da uno spettacolo per voci, pianoforte e percussioni tenutosi al teatro Jolly di Palermo a luglio. «UNO SFORZO di svariati anni, un’idea che ha germogliato a lungo nella mia testa, complice l’incontro con Fabrizio nel 1997 al Massimo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.