closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Brexit agita l’Irlanda del Nord, tre notti di tumulti

Belfast. Tra i motivi che hanno scatenato la rabbia dei giovani lealisti l’accordo sul confine, ideato per proteggere gli accordi del Venerdì Santo e per evitare il ritorno a un confine duro tra le due Irlande. La prima ministra invita a mantenere la calma

Incidenti a Newtownabbey, alla periferia di Belfast

Incidenti a Newtownabbey, alla periferia di Belfast

Alla vigilia del centocinquesimo anniversario della Rivolta di Pasqua del 1916 - evento fondativo dell’Irlanda moderna - e a ventitré da quello degli accordi del Venerdì santo del 1998, che hanno sancito l’inizio del processo di pace in Irlanda del Nord, per la terza notte consecutiva domenica si sono accese di fuoco le strade del paese. Il primo scenario dei tumulti, venerdì scorso, era stato Belfast, e nello specifico l’area lealista e centralissima di Sandy Row. Gruppi di giovani avevano lanciato molotov e mattoni contro gli agenti di polizia e divelto tombini, mantenendo alta la tensione per molte ore. A...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi