closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La bozza del G20 non si lascia scomporre

Salute globale. La Dichiarazione di Roma, ancora suscettibile di modifica, glissa clamorosamente sulla questione che tiene vivo il dibattito politico internazionale: la sospensione dei diritti di proprietà intellettuale richiesta lo scorso ottobre all’Omc da India e Sudafrica, e rilanciata in nuova versione dal presidente Biden

Una donna indiana in attesa del ricovero in un ospedale Covid di Ahmedabad

Una donna indiana in attesa del ricovero in un ospedale Covid di Ahmedabad

Solo speculazioni e bozze di documenti passate di soppiatto, a poche ore dal summit sulla salute globale (Global Health Summit) del G20 che prende avvio domani, in una atmosfera molto esclusiva e rarefatta, sotto la presidenza italiana insieme alla Commissione Europea. Saranno Mario Draghi e Ursula Von der Leyen ad aprire i lavori, ispirati entrambi dalla narrazione delle «lezioni apprese» dopo 17 mesi di pandemia. Il summit è visto da molti come uno snodo decisivo per coordinare le azioni future contro la pandemia, data la crescente importanza che la comunità internazionale attribuisce al G20. Preceduto da una incontri di avvicinamento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi