closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

La bella suora dall’aura vintage

Oscar 2015. «Ida» di Pawel Pawlikowski vince la statuetta per il miglior film straniero. L'Academy non poteva premiare «Timbuktu»di Sissako

Nella cinquina dei film stranieri il vincitore «morale» - come si dice - è Timbuktu di Sissako. Un film magnifico, denso, in cui il regista mauritano, affronta con lucidità speciale il nostro tempo maneggiando quella materia sensibilissima che è il terrorismo islamico. E lo fa con un sguardo «dall’interno», che rifiuta le immagini abusate - e di forte sensazione - di incappucciati e vittime di cui viene inondata la rete per concentrarsi sulla vita, su cosa significa questa violenza nel quotidiano delle persone, su quanto regole imposte con la morte siano prive di qualsiasi significato dicendoci che i primi a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi