closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La battaglia di Aleppo svolta della guerra civile

Siria. I "ribelli" tentano di rompere l'accerchiamento dell'esercito governativo. Decine di morti, anche civili. Mosca accusata dall'opposizione di aver sganciato bombe con gas tossici sulla città di Saraqeb. Damasco replica denunciando un presunto attacco con gas compiuto sulla zona occidentale di Aleppo, almeno cinque i morti.

Tra il colpo di stato in Turchia, gli attentati jihadisti in Europa e la disattenzione estiva stanno passando in secondo piano gli sviluppi militari in Siria. È decisiva la battaglia che da giorni si combatte intorno alla zona Est di Aleppo, dal 2012 sotto il controllo dei salafiti di Ahrar al Sham, di Jabhat Fateh al Sham (ex an Nusra), del braccio armato dei Fratelli musulmani e di vari gruppi ribelli "moderati" schierati contro il presidente siriano Bashar Assad. Se le forze governative e quelle alleate di Hezbollah e dei combattenti sciiti afghani e iraniani, appoggiate dall'aviazione russa, riusciranno a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi