closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La battaglia del lago dell’ex Snia contro ruspe e proprietà predatoria

Roma. Nel quartiere Prenestino c’è una storia paradigmatica della «transizone ecologica» e del futuro della città e invece è ancora una penosissima vicenda di soprusi

Le ruspe in azione vicino al lago

Le ruspe in azione vicino al lago

Mentre in questi giorni sul Recovery Plan leggiamo di un’Italia trasformata, secondo il ministero della cultura, in un grande parco a tema fatto di borghi e cammini e treni storici e parchi come quella dell’Appia antica che dovrebbero essere il fiore all’occhiello di un nuovo turismo sostenibile a fronte di un investimento di centinaia di milioni di euro, a Roma c’è una storia che sembra paradigmatica rispetto a quello che significa una reale transizione ecologica che richiede molto meno dal punto di vista degli investimenti ma è costata trent’anni di lotte per la cura dei beni comuni; non ancora finite....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi