closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il Pd stordito, ma con Draghi. Arriva il no di Meloni e Salvini

Mario Draghi

Mario Draghi

Una posizione così dura nella maggioranza non se l’aspettava nessuno, e probabilmente neppure nell’opposizione. Il discorso di Mattarella mette con le spalle al muro il partito delle elezioni anticipate. Dunque non solo l’opposizione, che nel reclamare le urne in fondo ha sin qui fatto solo la sua parte, ma soprattutto la maggioranza che si preparava a insistere sulla richiesta di elezioni come unica alternativa al Conte ter. Quella strada, ha spiegato il capo dello Stato, porta dritti nel precipizio. A naufragio già certificato il Pd puntava ancora a strappare il mandato per Conte. Era quello che Mattarella voleva evitare, nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi