closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Kokeshi, la via allo stupore

Dolls. La fortuna delle «semplici» bambole di legno, un po’ giocattoli e un po’ talismani

È uno degli oggetti più popolari e ricercati sia fra i turisti che fra gli amanti dell’arte tradizionale giapponese, apparentemente semplici ma in verità complessi nella loro realizzazione, i kokeshi, bambole di legno che rappresentano figure femminili, hanno una storia affascinante che si lega indelebilmente con il territorio dove hanno avuto origine. Quando l’undici marzo di dieci anni fa un terremoto di magnitudine nove colpì la zona nord orientale dell’arcipelago giapponese, scatenando lo tsunami che devastò le cittadine della costa e causando la crisi nucleare nelle centrali di Fukushima, emersero in modo drammaticamente lampante i legami da «colonia interna» fra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi