closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Kojève, al servizio dello Spirito del mondo

Scaffali. Marco Filoni cura per Aragno sia la precoce officina del «Diario del filosofo» che «Kojève mon ami»

Chaim Soutine,

Chaim Soutine, "Les Maisons", 1920-21

Un’aura di leggenda ammanta i seminari sulla Fenomenologia dello Spirito di Hegel che Alexandre Kojève tenne a Parigi fra il 1933 e il 1939, presso l’École pratique des Hautes Études. Erano in pochi ad ascoltarlo, ma tra di loro c’erano Merleau-Ponty e Lacan, Leiris e Bataille, Breton e Caillois. Da quei seminari, raccolti da Raymond Queneau, nascerà nel 1947 L’introduzione alla lettura di Hegel (Adelphi, 1996), inizialmente conosciuta in Italia nella versione parziale dal titolo La dialettica e l’idea della morte in Hegel (traduzione di Paolo Serini, Einaudi, 1948). Nato nel 1902, Kojève apparteneva all’intelligencija esule dalla madre Russia dopo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi