closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Kill the Bill», giovani in piazza in tutta la Gran Bretagna

UK. Crescono le proteste contro la violenza della polizia e la nuova legge anti-assembramento. Con la scusa del disturbo della quiete pubblica mano libera alle forze dell’ordine

Londra, la protesta «Kill the Bill»

Londra, la protesta «Kill the Bill»

Kill (the) bill. In un hashtag che strizza debitamente l’occhio a Tarantino si raccolgono le manifestazioni di questo weekend pasquale in Gran Bretagna. Dove «bill» non è il programma di una sera al cinema, bensì il «Police, Crime, Sentencing and Courts Bill», fetentissima legge che tra le molte misure permette alla polizia di calare con più serenità il suo già robusto, e spesso ultimamente violento, braccio su chi protesta. Molti i cortei e assembramenti in varie città tra cui Leeds, Manchester, Brighton e naturalmente Londra. Oggi a Hyde Park parlerà «the real Corbyn», Jeremy, nel suo primo intervento pubblico di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi