closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Kiev, amnistia sotto condizione

Ucraina. Stallo politico, si muovono le diplomazie internazionali

Proteste a Kiev

Proteste a Kiev

Libertà e fedina penale pulita in cambio dello sgombero degli edifici pubblici occupati, a Kiev e in diverse città dell’occidente del paese, inclusa Leopoli, centro d’irradiazione del nazionalismo ucraino. È questo il senso dell’amnistia «vincolata» offerta da Viktor Yanukovich ai dimostranti che hanno preso parte agli scontri di queste settimane. Il presidente l’ha approvata il 31 gennaio, dando a Euromaidan, questo il nome del movimento che gli si oppone, quindici giorni di tempo per porre fine alle occupazioni. L’ultimatum si avvicina, ma i dimostranti e i partiti dell’opposizione (nella foto reuters le proteste a Kiev), che bollano l’amnistia come un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.