closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Ken Kitano, il nostro volto

Fotografia. Partendo dall'idea dell'ambiguità dell'individuo, stratifica gruppi e comunità

Ken Kitano nel laboratorio

Ken Kitano nel laboratorio

Nell’ufficio della galleria MEM, nel quartiere di Shibuya a Tokyo, c’è una fotografia in bianco e nero in grande formato a cui Ken Kitano (Tokyo 1968) è particolarmente legato. Avvolta nel mistero Flow and Fusion - Shibuya, Tokyo (1991) sembra un’evocazione delle pagine noir di Natsuo Kirino, forse perché lo sguardo dell’osservatore cade nella trappola dell’ambiguità. Sicuramente è un’immagine che parla di tempo, luce e spazio, tre elementi base della fotografia. Attraverso l’esposizione lunga, ricorrendo quindi ad un tempo di scatto molto lento, il fotografo che si è laureato al Nihon University's College of Industrial Technology di Tokyo è riuscito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.