closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Kazakhstan, il caro gas accende la rivolta popolare

Asia. In piazza i lavoratori del petrolio. Il presidente Tokayev accetta le dimissioni del governo. La protesta è iniziata a Zhanaozen, dove nel 2010 ci fu una strage di operai

Manifestanti su un furgoncino per le strade di Almaty in Kazakhstan

Manifestanti su un furgoncino per le strade di Almaty in Kazakhstan

Alle proteste esplose l’altra notte ad Almaty, ad Aktobe, a Zhanaozen e in altre città del Kazakhstan, il governo ha risposto come fanno i piccoli regimi, non certo i paesi che ambiscono al ruolo di modello regionale. Agenti della guardia nazionale in assetto antisommossa nelle strade, stato di emergenza, internet bloccato e segnale tv interrotto. «Resterò a Nursultan fino all’ultimo momento, è questo che prevede il mio ruolo», ha detto il presidente, Kassym-Jomart Tokayev, dopo avere discusso al telefono con il capo del Cremlino, Vladimir Putin, e con il leader bielorusso, Aleksander Lukaschenko. Non esattamente un circolo liberale. Tokayev è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.