closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Kamen Rider», i cinquant’anni dell’eroe-cavalletta

Maboroshi. Quando il 3 aprile del 1971,andò in onda la prima puntata, nessuno si aspettava che la serie di lì a qualche anno sarebbe diventata una parte integrante dell’immaginario popolare giapponese

Quando il 3 aprile del 1971, alle sette e mezzo di sera, andò in onda su TV Asahi la prima puntata di Kamen Rider, probabilmente nessuno si aspettava che la serie di lì a qualche anno sarebbe diventata una parte integrante dell’immaginario popolare giapponese e che avrebbe dato il via ad un franchise ancora attivo cinquant’anni più tardi. Creata da Shotaro Ishinomori e coprodotta dalla Toei, la serie televisiva tokusatsu, incentrata cioè su effetti speciali, rappresenta un punto di svolta cruciale per la cultura visiva del Sol Levante. Da una parte arriva in un momento in cui il cinema delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.