closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Kader Abdolah, la gioiosa mescolanza delle lingue

SALONE DEL LIBRO DI TORINO. Un’intervista con lo scrittore iraniano che domenica sarà ospite in Italia per presentare il suo ultimo volume, in libreria da oggi, edito per Iperborea

«Da quando ho cominciato a scrivere questa storia non riesco più a distinguere il vero dal falso. Spesso invento cose, ma con mio grande stupore si rivelano più credibili della realtà. È per via della mia fuga: chi non può più tornare a casa finisce per vivere in uno stato di immaginazione». Potrebbe essere questa la descrizione sintetica della letteratura di Kader Abdolah, scrittore iraniano perseguitato dallo scià e da Khomeini ed esule in Olanda dal 1988. Al secolo Hossein Sadjadi Ghaemmaghami Farahani, ha scelto come pseudonimo la fusione di due nomi - Kader e Abdolah - che furono di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi