closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Kabul richiama Dostum, generale torturatore

Afghanistan. Rientra nel Paese l'ex signore della guerra e vicepresidente, in "esilio" dopo le accuse di stupro e torture. Ma il presidente Ghani ne ha di nuovo bisogno per attrarre il consenso uzbeco in vista del voto di ottobre

Il presidente afghano Ghani con il generale Dostum

Il presidente afghano Ghani con il generale Dostum

Ha ricevuto una duplice «accoglienza» domenica a Kabul il generale Abdul Rashid Dostum, ex signore della guerra ora vice-presidente, rientrato in Afghanistan dopo più di un anno di auto-esilio in Turchia e accusato di stupro e sequestro. Da una parte decine e decine di sostenitori, arrivati all’aeroporto per celebrare il rientro dell’uomo forte della comunità uzbeca, radicata soprattutto nel nord-ovest del Paese. Dall’altra, un attentatore suicida della «provincia del Khorasan», la branca locale dello Stato islamico, che si è fatto saltare in aria all’uscita dell’aeroporto, provocando 24 morti. Dall'aeroporto Dostum ha attraversato la città dove risaltavano grandi poster con il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.