closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Juneteenth, l’abolizione della schiavitù diventa festa nazionale

Stati Uniti. Approvata anche alla Camera e firmata da Biden la legge che languiva al Congresso dal 2018: sullo slancio dell'omicidio di George Floyd negli Stati Uniti il 19 giugno diviene giorno festivo, a 156 anni dall'abolizione della schiavitù

Protesta anti-razzista a New York il 19 giugno 2020

Protesta anti-razzista a New York il 19 giugno 2020

La Camera degli Stati uniti ha approvato un disegno di legge che rende Juneteenth un giorno festivo federale. Conosciuto anche come Freedom Day, è il giorno in cui la schiavitù è ufficialmente terminata negli Stati uniti, il 19 giugno 1865, da cui il nome Juneteenth: giugno, june, e diciannove, nineteenth. Decenni dopo, quasi tutti i 50 Stati riconoscevano questo giorno come una festa di Stato, Mastercard, la Nfl e altre compagnie e istituzioni private riconoscevano la ricorrenza dando ai dipendenti il giorno libero, ma ora il Freedom Day è riconosciuto a livello federale, diventando la prima festività a essere aggiunta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.