closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Juncker ad Atene: «No ai licenziamenti di massa»

Grecia. Il presidente della Commissione europea offre timidi spiragli sulla riforma del lavoro chiesta dal Fmi in un paese in cui la disoccupazione supera il 24%. Tsipras chiede 5,4 miliardi del piano Juncker per gli investimenti pubblici (visto anche che quelli privati sono crollati)

Juncker e Tsipras ad Atene

Juncker e Tsipras ad Atene

Il presidente della commissione europea Jean Claude Juncker, nel corso della sua visita ad Atee, è stato molto chiaro: «Non sono amico dei licenziamenti di massa. Nella trattativa sulle leggi per il lavoro si dovrà tenere specificamente conto della realtà greca e la legislazione dovrà essere adeguata alle migliori esperienze», ha detto rispondendo ai giornalisti. L’argomento è centrale e particolarmente importante. In autunno, il governo greco dovrà affrontare un nuovo round negoziale con i creditori, tutto incentrato sulla legislazione per l’occupazione e il Fondo Monetario Internazionale già preme per impedire il ritorno ai contratti collettivi di lavoro e imporre i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.