closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Judd, critica in sketchbook

I "Writings" di Donald Judd. Militante, asistematico, curioso: il protagonista del minimalismo americano ha rinverdito nelle sue note d'arte la tradizione dell’artista-scrittore

La Chinati Foundation, presso l’omonima struttura museale d’arte contemporanea, situata a Marfa, in Texas, e concepita sulla base delle idee del fondatore, Donald Judd

La Chinati Foundation, presso l’omonima struttura museale d’arte contemporanea, situata a Marfa, in Texas, e concepita sulla base delle idee del fondatore, Donald Judd

Gli artisti si sono confrontati, si può dire da sempre, con la pratica della scrittura. Se per le epoche alte della Storia si ha a che fare con scritture, per così dire, ‘funzionali’ – i contratti, le indicazioni progettuali, i ricettari medievali –, è con l’epoca moderna, e con la progressiva affermazione dell’artista quale intellettuale a pieno titolo inserito nella società, fosse essa una società di corte o una società mercantile, che le testimonianze si infittiscono e divengono via via più complesse e articolate. Certo, ineludibile è l’esempio di Giorgio Vasari che, con la duplice edizione delle Vite (1550 e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi